Cultura

Il nostro territorio è denso di cultura e tradizioni.

Località

La zona del Corno alle Scale è piena di piccoli borghi e paesi tutti da scoprire.

Un po’ di storia…

Situato sul crinale dell’Appennino Bolognese, a metà strada fra Bologna e Firenze, il territorio del Comune di Lizzano in Belvedere cela una storia ricca e coinvolgente. Fin dai tempi lontani è stato interessato dalla presenza dell’uomo che, con oggetti e documenti, ha lasciato preziose testimonianze del suo passaggio; fra queste il ritrovamento di frammenti di attrezzi in selce e terracotta attribuiti all’eEà della Pietra e del Bronzo presso la Sboccata dei Bagnadori e Rocca Corneta.

Liguri, Etruschi e Galli Boi furono probabilmente i primi popoli ad abitare stabilmente queste montagne, della loro presenza restano ancora segni nelle tradizioni locali come, ad esempio, la consuetudine con significato benaugurale di scolpire teste in pietra (dette “mummie“) sulle pareti delle case o sui comignoli.

Nel Medioevo la zona passò sotto il dominio dell’Esarcato Bizantino la cui presenza è confermata sia dalla dedicazione della chiesa di Lizzano in Belvedere a San Mamante, sia dalla presenza del Delùbro, il tempietto di forma circolare databile attorno all’VIII secolo. Dopo la caduta dell’Esarcato nel 753 il re longobardo Astolfo donò l’intero territorio a Sant’Anselmo fondatore dell’Abbazia Benedettina di Nonantola. E’ questo il documento più antico nel quale si parla per la prima volta della “Massa Lizano” ed i cui confini coincidevano in gran parte con quelli dell’attuale Comune di Lizzano in Belvedere.

Nel 1227 il Comune di Bologna che dominava sull’intero territorio costruì sulla vetta del Monte Belvedere a guardia dei propri confini un castello del quale restano oggi solo alcuni ruderi e l’emblema che distingue lo stemma del Comune.

La storia più recente è ancora impressa nella memoria degli abitanti di queste montagne diventate durante la Seconda Guerra Mondiale protagoniste degli avvenimenti legati alla Linea Gotica. Quassù correva infatti la linea difensiva realizzata dai tedeschi nel 1943 che divideva in due l’Italia dal Tirreno all’Adriatico, ed è proprio quassù, sui monti Riva e Belvedere, che si combatterono due fra le battaglie più importanti e determinanti per la sua capitolazione. Accanto a quella ufficiale esiste però una storia meno nota, che ha come protagonisti le generazioni di montanari che abitarono in questi luoghi fin dai tempi lontani. Una storia di uomini e di donne duri, scolpiti nel carattere, che è possibile scoprire visitando il Museo Etnografico della Cultura Montanara di Poggiolforato dove sono conservati oltre tremila fra attrezzi, arredi e suppellettili che permettono di ripercorrere la storia umana e civile dell’intero territorio.

Lizzano in Belvedere

Lizzano in Belvedere

Lizzano in Belvedere (mt. 604) Il territorio del Comune di Lizzano in Belvedere cela una storia ricca e coinvolgente. Fin da tempi remoti questi luoghi sono stati caratterizzati dalla presenza dell'uomo, che con oggetti e documenti ha lasciato testimonianza del suo...

leggi tutto
Vidiciatico

Vidiciatico

Vidiciatico (mt. 810) Posto più in alto, lungo la strada che da Lizzano conduce al Corno alle Scale, Vidiciatico è un attrezzato centro per il turismo estivo ed invernale.  Qui l'abside della vecchia chiesa e l'adiacente campanile formano un angolo caratteristico, che...

leggi tutto
Chiesina – Farnè

Chiesina – Farnè

Chiesina - Farnè (mt. 709) L'abitato di Farné si segnala per la conservazione dei tratti architettonici tipici di una zona in cui la pietra costituisce il materiale dominante: i tetti in lastre di arenaria, i comignoli rotondi (nella foto 1), le figure in pietra...

leggi tutto

cenni storici e artigianato

Il nostro territorio è ricco di storia: da quella “piccola” e locale fino a eventi collegati alla Storia.

Artigianato

Artigianato

Le attività più diffuse tra gli artigiani erano la falegnameria e la lavorazione delle pietre. Non mancavano comunque sarti e conciatori.   Nel Medioevo erano quindi diffusi mestieri come il seggiolaio, il bottaio, il calzolaio, lo scalpellino, che venivano...

leggi tutto
Linea Gotica

Linea Gotica

La linea Gotica (Gotenstellung) fu la linea fortificata difensiva istituita dal feldmaresciallo Albert Kesselring nel 1944 nel tentativo di rallentare l’avanzata dell’esercito alleato verso l’Italia Settentrionale. La linea difensiva si estendeva per 320 chilometri e...

leggi tutto
Medioevo

Medioevo

Durante il Medioevo questo territorio passò sotto il dominio dell'Esarcato di Ravenna: la presenza bizantina è confermata dallo stile del Delùbro e dalla dedica della pieve a San Mamante.   Dopo la caduta dell'Esarcato alcuni dei territori conquistati (“Massa...

leggi tutto

personaggi e leggende

Concittadini illustri che hanno reso ricco di cultura il nostro territorio e leggende che incurioscono, riempiendo di mistero le nostre montagne.

Enzo Biagi

Enzo Biagi

Enzo Biagi - Pianaccio  9 agosto 1920 - Milano 6 novembre 2007. Giornalista e scrittore, fra i più popolari della storia italiana. Nato a Pianaccio, si trasferì presto a Bologna, dove intraprese con tenacia il suo percorso da giornalista, redigendo dapprima riviste...

leggi tutto
Ezio Raimondi

Ezio Raimondi

Ezio Raimondi - Lizzano in Belvedere, 22 marzo 1924 - Bologna, 18 marzo 2014. Filologo, saggista e critico letterario italiano, svolse la sua attività accademica prevalentemente a Bologna, con molte incursioni negli U.S.A., dove si spese moltissimo per la diffusione...

leggi tutto
La Leggenda dell’Oliva

La Leggenda dell’Oliva

Un misterioso solco a forma di croce nel quale non cresce mai l'erba. E' il segno visibile, ed anche un po' inquietante, di un'antica leggenda che si racconta nelle lunghe notti d'inverno a Lizzano in Belvedere. Il luogo è il cucuzzolo del Monte Belvedere, sopra...

leggi tutto

musei

I punti in cui approfondire conoscenza o svelare curiosità.

Centro documentale Enzo Biagi

Centro documentale Enzo Biagi

Il centro documentale Enzo Biagi si trova a Pianaccio, il paese natio del giornalista-scrittore. Al suo interno è possibile ripercorrere la vita e la carriera di Biagi tramite oggetti, documenti ed esposizioni fotografiche. All'esterno dell'edificio è possibile...

leggi tutto
Centro visita di Pian d’Ivo

Centro visita di Pian d’Ivo

Il centro visita di Pian d'ivo si trova nella località omonima, a due passi da Madonna dell'Acero. L'allestimento, che si articola su due piani, è realizzato con vari pannelli interattivi e diverse teche espositive, sviluppando in modo particolare gli aspetti...

leggi tutto
Museo del quarzo

Museo del quarzo

Il museo del quarzo di Lizzano in Belvedere presenta una selezione di rocce e minerali tipici della nostra zona. Una collezione non certo enorme, ma di grande fascino e interesse, che pone l'accento sull'elemento geologico. Questo aspetto del nostro territorio non...

leggi tutto

gastronomia

Castagne, frutti di bosco, trote salmerino e molto altro: scoprite la tradizionale cucina montanara.

Le lasagne con le castagne

Le lasagne con le castagne

Perfetta sintesi fra la cucina bolognese e i sapori di montagna. Ingredienti Per le lasagne: 250 g di farina di castagne, 200 g di farina di grano, 5 uova. Per il condimento: 200 g di castagne, 200 g di prosciutto tagliato grosso, mezzo litro di latte, 80 g di burro,...

leggi tutto
Le castagne golose

Le castagne golose

Ricetta tipica della tradizione contadina dell’Appennino Bolognese. Era un ottimo digestivo che a fine pasto, davanti a un caminetto acceso, i vecchi gustavano, mentre raccontavano “fole”, cioè le storie del bosco. Ingredienti: 500 g di castagne, 600 g di acqua, 500 g...

leggi tutto
Il salmerino

Il salmerino

Le straordinarie caratteristiche organolettiche del Salmerino, ne fanno uno dei pesci d’acqua dolce più apprezzati a tavola. Il Salmerino si accosta bene con prodotti delicati, legati alle stagionalità. Eccovi alcuni esempi: A primavera si consiglia di optare per una...

leggi tutto

costruiamo ricordi

Ecco cosa si riportano a casa i nostri ospiti.

offerte mozzafiato al

corno alle scale

Scopri le fantastiche offerte per venire a soggiornare in qualsiasi momento dell’anno