E’ un antico santuario costruito nel 1500 sul luogo in cui, secondo una leggenda, la Madonna apparve a due pastorelli salvandoli da una bufera di neve e ridonando, ad uno di loro, l’uso della parola. Il culto, al quale inizialmente era dedicata un’immagine posta sull’acero che aveva ospitato l’apparizione, è poi continuato nel tempio, eretto successivamente. Ancora oggi, il 5 agosto, tantissimi fedeli partecipano alla festa che ricorda quell’evento miracoloso.

All’interno sono conservati  tantissimi ex-voto, che la riconoscenza popolare ha lasciato alla chiesa, fra i quali  di  pregevole fattura il gruppo di statue lignee dette  “Brunori”, fatto costruire dalla famiglia di Brunetto Brunori, per essere miracolosamente scampato alla morte, in occasione della battaglia di Gavinana del 3 agosto 1530.