Oggi vi presentiamo le tagliatelle con le cupline, cioè i funghi porcini, uno dei frutti della montagna più ricercati e prelibati.

Se qualcuno dice “tagliatelle coi funghi” in automatico la mente va in montagna, rievocando sapori genuini e tradizionali. Possiamo dire con certezza che sia uno dei piatti più rappresentativi delle nostre zone, anche perchè si porta dietro sia la tradizione culinaria che il ricordo delle abiutudini montanare.

Per iniziare la preparazione di questo piatto ovviamente bisogna disporre dell’ingrediente principale: il porcino! Ovviamente si possono comprare, è una soluzione molto comoda…ma così si perderebbe tutto il gusto della ricerca dei funghi nel bosco! Fate sempre attenzione quando raccogliete i funghi: è molto importante conoscerli bene per evitare di incappare in pericolosi funghi “matti” (velenosi).

A questo punto, ammesso che abbiate recuperato un buon bottino, è il momento di tornare a casa per pulire le vostre cupline, che andranno poi tagliate a pezzetti per essere cucinate. Sarà sufficiente metterle in una piccola pentolina insieme a un filo d’olio, un po’ di sale, prezzemolo tritato finemente e, volendo, uno spicchio d’aglio (non esagerate con l’aglio, o prevarrà troppo sul sapore dei funghi!). In circa 15 minuti saranno pronti.

Nel frattempo avrete cotto le tagliatelle, e anche in questo caso siamo di fronte a un bivio: comprare tagliatelle all’uovo già pronte o preparare e tirare la sfoglia in casa? Ovviamente la nostro consiglio è quello di preparare da soli anche quella, tirandola col matarello, in modo che rimanga un po’ ruvida e porosa così da catturare bene il condimento.

Una volta cotta la pasta scolatela e aggiungete i funghi, mescolando bene. C’è chi aggiunge una piccola noce di burro per legare ancora meglio il tutto, ma è assolutamente facoltativo.

A questo punto servite abbondanti porzioni di tagliatelle con le cupline, un piatto dal sapore boschivo e autunnale! Assolutamente immancabile su qualunque tavola che si rispetti.