Ricetta tipica della tradizione contadina dell’Appennino Bolognese. Era un ottimo digestivo che a fine pasto, davanti a un caminetto acceso, i vecchi gustavano, mentre raccontavano “fole”, cioè le storie del bosco.

Ingredienti: 500 g di castagne, 600 g di acqua, 500 g di zucchero, 2 chiodi di garofano, 1 pizzico piccolo di cannella, la buccia di 1/2 limone e di 1/2 arancia, 1/2 litro di liquore “Mandorla Amara”, 100 g di alcool per dolci a 95°.

Cuocere le castagne a “caldarroste” e sbucciatele. A parte, in un tegame di smalto, mettete a bollire per 2 minuti l’acqua con lo zucchero, i chiodi di garofano, la cannella, la buccia del limone e dell’arancia. Spegnete il fuoco e unite il liquore e l’alcool e lasciate raffreddare. Riempite i vasi con le caldarroste per 3/4 della capienza, coprite con il misto liquoroso precedentemente preparato e chiudete ermeticamente. Lasciate riposare al fresco per almeno 3 mesi.