Monteacuto delle Alpi (mt. 915)

Il paese d’origine medioevale ed ancora oggi perfettamente conservato, sorge arroccato su di un minuscolo cucuzzolo a strapiombo sopra la valle del Silla. Qui sorgeva un castello strategicamente così importante tanto da pretendere, nel 1298, che all’atto della forma della pace fra Bologna e Pistoia fossero presenti anche i rappresentanti di Monte Acuto. E’ sicuramente  il paese più suggestivo e caratteristico della zona, stupendamente conservato, offre al visitatore il doppio piacere di un viaggio all’indietro nel tempo e di un tuffo nel panorama stupendo che si gode dalle sue mura.
Nella parte alta del paese,  raggiungibile solo a piedi, è situata la chiesa di San Nicolò, databile attorno al XVII secolo. Al suo interno una pala di Pietro Faccini, allievo dei Carracci, rappresentante “il Padre Eterno con i Santi Nicolò, Lorenzo, Giacomo e Rocco”, un bel crocifisso settecentesco in legno dello scultore Andrea Brustolon ed una pila dell’acqua santa pregevolmente lavorata ad opera di scalpellini locali.