Il Monte Belvedere: un luogo ricco di storia.

Il Monte Belvedere (1139 mt. slm) si trova pochi chilometri sopra Querciola, ed è facilmente raggiungibile sia a piedi che in mountain bike o e-bike (ciclisti esperti).
Potete arrivare in macchina in località Calcinara (poco sopra Querciola), percheggiare e poi proseguire a piedi prima per un tratto di strada forestale e poi per il sentiero che vi condurrà proprio sul Monte (sentieri CAI 345 e 157). E’ possibile prendere il sentiero CAI 345 anche dalla località Corona, l’imbocco si trova appena prima della zona abitativa.
Dalla cima del Monte Belvedere potrete ammirare il meraviglioso panorama e le rovine dell’antico castello medievale.

Il castello Belvedere fu edificato nel 1227 in posizione strategica sul monte Cimbriano (successivamente anche il monte venne denominato Belvedere) per frenare le minacce di aggressione di Federico II. Si possono ancora osservare le rovine del castello, da cui è stato possibile ricostruirne la pianta. Durante l’età delle Signorie il castello perse la sua importanza, fino a venire abbandonato del tutto.

Il Monte Belvedere ebbe una rinnovata importanza come punto strategico durante la Seconda Guerra Mondiale: da qui infatti passava la Linea Verde, arretramento della Linea Gotica. Fu utilizzato dai tedeschi come roccaforte e riconquistato dalla 10th Mountain Division (soldati americani e brasiliani) coadiuvati dai partigiani.

Qui potrete trovare anche tracce del folklore locale. Sul Monte Belvedere si trova infatti una croce di legno, che si dice sia stata posta nel luogo dove il Diavolo uccise una donna di nome Oliva. Oliva era stata consegnata al Diavolo da due briganti in cambio del segreto del tesoro del castello. Il Diavolo accettò, ma come pegno pretese una donna incinta e col nome di una pianta. Quando avvenne il “pagamento” il Maligno sollevò Oliva in volo per portarla via, ma vide che al collo aveva una piccola croce: inorridito la lasciò cadere nel punto dove ora sorge la croce, dove si dice non cresca più l’erba.

Difficoltà: Facile
Durata
: dalla Calcinara circa 40 min, dalla Corona circa 1,5h
Distanza percorsa:
Punti di interesse: Linea Gotica, Linea Verde, Castello del Belvedere, Leggende locali
Flora: Faggio, Castagno
Fauna: Cinghiale, Donnola, Capriolo