In montagna, si sa, si respira aria buona e benefica. Il motivo più lampante è che in questi luoghi ci si trova lontani dalle maggiori fonti di inquinamento (come gas di scarico e industrie), elemento che rende l’aria di montagna fresca e pura. Anche la maggior concentrazione di ossigeno e ioni negativi contribuisce al benessere: il primo ci induce a fare respiri più lunghi e profondi, mentre gli ioni accelerano il metabolismo. L’aria d’alta quota è particolarmente adatta anche a chi soffre di allergie e patologie respiratorie, poichè dopo i 1500 l’umidità dell’aria diminuisce e il tasso di pollini e polveri è molto basso.