Si dice che il santuario di Madonna dell’Acero venne edificato dopo che la Madonna apparve a due pastorelli nei pressi di un grande acero. L’albero ancora oggi cresce accanto alla chiesa, aumentando la suggestività data dalla costruzione e dal magnifico panorama che si può ammirare. Ogni 5 agosto il paese omonimo è meta di pellegrini, poiché ospita una festa e una funzione commemorativa del miracolo dell’Apparizione.

La pianta del santuario è a croce latina e sotto l’altare maggiore (la parte più antica del santuario è quella vicino al campanile). sono custoditi i resti del primo tempietto sorto per commemorare il miracolo. All’interno della struttura sono custoditi numerosi ex voto, tra cui i più importanti sono certamente i Brunori, un gruppo di statue lignee intagliate da Brunetto Brunori per esser scampato alla morte durante la battaglia di Gavinana (1530).